.
Annunci online

Morbido.
post pubblicato in Diario, il 3 febbraio 2006

Ci sono sere in cui ti senti morbido. E’ l’unico aggettivo che calza. Non sei triste, affaticato, affaccendato. Morbido. Nella testa. E tutto quello che arriva è dolce. Anche un vaffanculo. Sei lì che ti adoperi su cose che ti piacciono, con una passione strana, diversa. Lo senti che ti viene su dal cuore quello che fai. Senza pensieri. Senza tramite. Senza biglietto, sensazioni e sentimento viaggiano diretti. Ti coccoli con quel cioccolato che arriva dal Madagascar. Ci aggiungi del Passito, appaghi i sensi. La televisione spenta, la musica lontana. Tanti click la colonna sonora, dita che scorrono su di una tastiera a batterne il tempo. Qualcuno respira profondamente, lo sai ma non lo senti. Ridi un po’. Attendi. Ridi di nuovo. Perché certe sere è bello essere morbidi. E lasciare che tutto entri. E lasciare che tutto esca. Senza filtro. Come la prima sigaretta rubata a tuo nonno. Come le parole di una madre. Come far l’amore alle cinque del mattino.




permalink | inviato da il 3/2/2006 alle 23:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa
Sfoglia gennaio        marzo
tag cloud
links
calendario
cerca