Blog: http://ofyp.ilcannocchiale.it

Paint your life

Giorni intensi, pieni, pregni. 

Era tanto che non vivevo un periodo così, uno diquelli dove non hai il tempo per alzare la testa, per andare in bagno per, selo facessi ancora, fumare una sigaretta.
Una vita diversa, un modo diverso, fuori e dentro.
Il processo di purificazione mi sta portando soddisfazioni estreme e, come previsto,mi rende antipatico.
Ne sono felice.
E’ fantastico non sentirsi in colpa per nulla, non sentirsi perennementegiudicati, sempre sotto giudizio, neanche avessi ucciso qualcuno.
La mia vita è diventata fitta e impegnativa come una foresta ma anche ricca d’ossigeno.
Respiro.
E respiro aria di cambiamento e soddisfazione. Cambiamento duro, vero, mainevitabile, ineluttabile, per certi versi invidiabile. E soddisfacente, perchéavere finalmente la serenità non ha prezzo alcuno, figuriamoci se perraggiungerla si sia dovuto svuotare esclusivamente una cantina piena di topi einsetti.
Ora non sto più lì, in attesa che qualcuno mi cambi la giornata: ora prendo la telabianca di ogni mattina e ci disegno su quello che voglio.
Ed è un periodo che il nero, il grigio e certi colori odiosi non li uso più.
E svegliarsi non è più un miglio verde.
E vivere non è più una tavolozza incrostata da altri.
Non è ancora finita, no… ma ora vedo luci colorate e una vita che, da qui, valela pena vivere.

Pubblicato il 13/2/2013 alle 10.23 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web